L’Organismo Preposto al Benessere degli Animali

L’Organismo Preposto al Benessere degli Animali (OPBA) dell’Università di Siena è stato istituito in attuazione dell’art. 25 del Decreto legislativo n. 26 del 4 marzo 2014 “Attuazione della Direttiva 2010/63/UE sulla protezione degli animali utilizzati a fini scientifici”.

 

I suoi componenti sono nominati con decreto rettorale. L’OPBA è attualmente formato da 13 componenti:

  • 6 Responsabili del Benessere degli Stabilimenti autorizzati
  • Medico Veterinario Designato
  • 6 Esperti scientifici (uno dei quali esterno all’Università di Siena) con competenze in benessere animale e 3R, modelli animali per studi preclinici di malattie infettive e patologie croniche su base genetica o ambientale, sperimentazione in vivo di nuovi farmaci, farmacocinetica, tossicologia e aspetti regolatori degli studi sui farmaci.

Presidente: Carla Gambarana
E-mail: organismo.benessere.animali@unisi.it

 

  • Calendario riunioni OPBA anno 2020
    19 Febbraio
    20 Maggio
    16 Settembre
    16 Dicembre
L’OPBA dell’Università di Siena

L’OPBA dell’Università di Siena ha una composizione multidisciplinare che garantisce la presenza di competenze diverse utili nell’ambito della sperimentazione animale.

Il compito dell’OPBA è quello di vigilare sull’applicazione del D.Lgs. N. 26/2014 e tutelare e promuovere il benessere degli animali utilizzati a fini scientifici presso tutte le strutture dell’Ateneo.  L’Università di Siena si configura come Stabilimento Utilizzatore e di Allevamento operante in più sedi.

 

In particolare i compiti, definiti dall’art. 26 del del D.Lgs. N. 26/2014, sono:

  • fornire consulenza relativa al benessere animale per il personale addetto alla sistemazione e cura degli animali;
  • fornire consulenza e informazione per il personale sull’applicazione del principio delle 3R e promuovere l’aggiornamento professionale;
  • definire e aggiornare le procedure legate al benessere animale;
  • valutare i progetti di ricerca, con stesura di un parere motivato;
  • inoltrare al Ministero della Salute le richieste di autorizzazione dei progetti su cui è stato espresso parere positivo;
  • valutare le relazioni intermedie, provvedere alla stesura di parere positivo e inoltrare al Ministero sia le relazioni intermedie che le relazioni finali dei progetti autorizzati;
  • seguire i progetti di ricerca autorizzati durante la loro attuazione e fino alla conclusione, fornendo consulenza su possibili implementazioni secondo il principio delle 3R;
  • fornire consulenza su possibili programmi di reinserimento degli animali utilizzati a fini sperimentali.

 

L’OPBA si adopera affinché la sperimentazione animale in Ateneo si svolga nel pieno rispetto delle regole imposte dalla legislazione vigente. Tale attività di consulenza e vigilanza supporta la progettazione, stesura e realizzazione dei progetti di ricerca e aiuta i responsabili a evitare di incorrere in sanzioni di natura civile, penale o amministrativa previste dalla legge italiana in merito all’utilizzo non corretto di animali a fini sperimentali.