Assicurazione della qualità

Sistema di Assicurazione della Qualità: gli attori

 

Attenzione! Pagine in corso di aggiornamento

 

Al fine di assicurare la qualità della didattica e della ricerca, l’Università degli Studi di Siena si è dotata di un proprio Sistema di Assicurazione della Qualità (AQ) avente la struttura organizativa e le responsabilità per la Gestione della Qualità di seguito illustrate.

diagramma sistema assicurazione qualità
Presidio della Qualità di Ateneo

Presso l’Università degli Studi di Siena è costituito il Presidio della Qualità di Ateneo (PQA) che promuove e supervisiona lo svolgimento adeguato e uniforme delle procedure di Assicurazione della Qualità (AQ) di tutto l’ateneo, sulla base degli indirizzi degli Organi di Governo.

Il PQA è stato istituito dal Senato Accademico, nella riunione del 5 Marzo 2013, ai sensi dell’art. 29 del Regolamento Didattico di Ateneo ed in conformità con quanto previsto dalla normativa e dalle linee guida sull'AQ.

Il PQA dell’Ateneo di Siena è chiamato a svolgere il proprio ruolo di responsabile operativo dell’Assicurazione della Qualità di Ateneo, attraverso le seguenti funzioni:

  • Attuazione della politica per la qualità definita dagli Organi di Governo dell’Ateneo;
  • Organizzazione e supervisione uniforme svolgimento delle procedure di Assicurazione della Qualità in tutto l’Ateneo;
  • Proposta di strumenti comuni agli attori del sistema (linee guida, format, modelli, dati), ecc.;
  • Promozione della cultura della qualità, organizzazione e attività di informazione per il personale a vario titolo coinvolto nell’AQ della formazione e della ricerca;
  • Supporto alla gestione dei flussi informativi e documentali relativi all’AQ, con particolare attenzione a quelli da e verso organi di governo dell’ateneo, nucleo di valutazione, commissioni paritetiche docenti-studenti, dipartimenti/scuola e corsi di studio;
  • sorveglianza e monitoraggio del regolare e adeguato svolgimento delle procedure di AQ, in conformità a quanto programmato e dichiarato, per le attività di formazione (con particolare riferimento alla rilevazione delle opinioni degli studenti, dei laureandi e dei laureati, all’aggiornamento delle informazioni contenute nella SUA-CdS, alle attività periodiche di riesame dei corsi di studio e all’efficacia delle azioni correttive e di miglioramento) e di ricerca (con particolare riferimento all’aggiornamento delle informazioni contenute nella SUA-RD).
Gli organi di governo

Nell'ambito delle competenze assegnate dallo Statuto, gli Organi di Governo svolgono, tra l'altro, un ruolo decisionale nel:

  • definizione dei criteri per la destinazione delle risorse alle Strutture accademiche in relazione agli obiettivi della ricerca e della didattica;
  • istituzione ed attivazione dell'Offerta formativa dell'Ateneo, delle sedi, dei Dipartimenti ed altre strutture didattiche e di ricerca;
  • definizione delle tasse e contributi degli studenti;
  • definizione di un Documento di programmazione triennale;
  • definizione monitoraggio e revisione delle Politiche dell'Ateneo.

 

Gli Organi di Governo, coerentemente con la normativa e le linee guida vigenti, garantiscono l'attività di revisione critica delle politiche, dell’assetto di AQ impostato (compiti, funzioni e responsabilità) e finalizzato al conseguimento degli obiettivi e al miglioramento continuo, anche grazie all’analisi delle informazioni raccolte ai diversi livelli dalle strutture responsabili dell' AQ  nonché delle raccomandazioni del Nucleo di Valutazione e delle Commissioni Paritetiche docenti-studenti.

NUCLEO DI VALUTAZIONE DI ATENEO

Il Nucleo di Valutazione (NV) è un organo dell’Ateneo con funzioni di valutazione e indirizzo. Ferme restando le tradizionali competenze attribuite al NV dalle norme legislative (in particolare Legge 537/93 e Legge 370/99) - cioè valutazione interna e formulazione di indirizzi/raccomandazioni per quanto riguarda la gestione amministrativa, le attività didattiche e di ricerca, gli interventi di sostegno al diritto allo studio, il documento AVA  attribuisce ai NV ulteriori competenze, con riferimento particolare a:

  • valutazione della politica per l’assicurazione della qualità dell’Ateneo;
  • valutazione dell’adeguatezza e dell’efficacia dell’organizzazione dell’Ateneo per la formazione e la ricerca e per l’AQ della formazione e della ricerca;
  • valutazione dell’adeguatezza e dell’efficacia del sistema di AQ dei Corsi di Studio (CdS) e dei Dipartimenti;
  • valutazione della messa in atto e della tenuta sotto controllo dell’AQ della formazione e della ricerca a livello di Ateneo, CdS, Dipartimenti ed eventuali Strutture di raccordo, formulazione di indirizzi e raccomandazioni volti a migliorare la qualità delle attività di formazione e di ricerca dell’Ateneo;
  • accertamento della persistenza dei requisiti quantitativi e qualitativi per l’accreditamento iniziale e periodico dei CdS e delle Sedi.
I rappresentanti degli studenti

L’Università degli Studi di Siena riconosce nelle studentesse e negli studenti una componente essenziale della vita accademica.

La partecipazione dei rappresentanti degli studenti è prevista in tutti i gruppi di riesame e nelle Commissioni Paritetiche docenti-studenti. I compiti principali consistono nel riportare osservazioni, criticità e proposte di miglioramento in merito al percorso di formazione e nel verificare che sia garantita la trasparenza e la condivisione delle informazioni.

Le strutture accademiche - I dipartimenti

La L. 240/2010 ha attribuito ai Dipartimenti la piena responsabilità sia delle attività didattiche che di ricerca e di terza missione. Per questa ragione l’accreditamento degli Atenei, oltre all’AQ dei CdS (dei quali i Dipartimenti sono i primi responsabili, stilandone e approvandone ordinamenti e regolamenti didattici, e predisponendo la copertura delle attività formative), prevede anche l’AQ delle attività di ricerca e di terza missione dei Dipartimenti.

Il Dipartimento compila annualmente una Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) che contiene le informazioni e i dati utili per la valutazione della ricerca e il monitoraggio della terza missione all’interno del sistema AVA. La scheda contiene il progetto scientifico-didattico del Dipartimento, il suo piano strategico, e le informazioni relative alla Terza Missione.

Commissioni paritetiche docenti-studenti di Dipartimento

La Commissione paritetica docenti-studenti (CPDS) rappresenta un osservatorio permanente sulle attività didattiche del dipartimento.

La CPDS:

  • svolge attività di monitoraggio dell’offerta formativa e della qualità della didattica, nonché dell’attività di servizio agli studenti da parte dei professori e dei ricercatori all’interno del Dipartimento;
  • individua indicatori per la valutazione dei risultati;
  • formula pareri sull’attivazione e la soppressione dei CdS;
  • analizza dati e informazioni relativi all’offerta formativa e alla qualità della didattica e redige una relazione annuale che trasmette al Nucleo di Valutazione;
  • inoltra proposte al Nucleo di Valutazione per il miglioramento della qualità e dell’efficacia delle strutture didattiche;
  • effettua attività di divulgazione delle politiche di qualità di ateneo nei confronti degli studenti;
  • opera il monitoraggio degli indicatori che misurano il grado di raggiungimento degli obiettivi della didattica a livello di singole strutture.
Corsi di studio, Comitati per la didattica e Gruppi di gestione AQ

I Corsi di Studio (CdS) sono al centro della missione educativa delle Istituzioni di istruzione superiore. Sono progettati attraverso il disegno di uno o più profili in uscita, definiti attraverso l'individuazione delle loro caratteristiche scientifiche, culturali e/o professionali e, coerentemente, dei percorsi formativi che conducono all'acquisizione delle conoscenze e competenze specifiche associate loro. La progettazione dei CdS deve coinvolgere gli interlocutori interni ed esterni più appropriati al carattere e agli obiettivi del corso.

Presso l'Ateneo di Siena, ai sensi dell'art. 13 del Regolamento didattico di Ateneo, i responsabili dei CdS sono i Comitati per la didattica (CpD), organi  paritetici di docenti e studenti costituiti di norma per ogni CdS. I CpD sono responsabili della progettazione, della gestione, del continuo miglioramento e delle attività di riesame, che presiedono e si avvalgono, di norma, di un gruppo di Gestione AQ interno al corso stesso.

I gruppi di Gestione della Qualità dei CdS, istituiti secondo le indicazioni del Presidio della qualità, coincidono, di norma, con i membri dei Gruppi di Riesame costituiti infatti dal Presidente del CpD e da una rappresentanza studentesca.

Sono i principali protagonisti del processo di autovalutazione e miglioramento dei CdS, in quanto rappresentano gli attori diretti della messa in atto del processo di riesame e revisione nel ciclo successivo e si occupano dei principali adempimenti connessi all'assicurazione della qualità, ed in particolare, della compilazione della SUA-CS, dell’analisi dei dati relativi alle valutazioni degli insegnamentie e della redazione della Scheda di Monitoraggio annuale e del Rapporto di Riesame ciclico.