Quali agevolazioni sono previste sulle tasse?

 

Il Regolamento Tasse prevede provvidenze a favore degli studenti nei seguenti casi:

  • Studenti con disabilità e studenti figli dei beneficiari della pensione di inabilità (art. 21 Reg. Tasse)
  • Studenti beneficiari o idonei di borsa di studio dell’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario (art. 22 Reg. Tasse)
  • Studenti beneficiari di borsa semestrale dell’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario (art. 23 Reg. Tasse)
  • Studenti borsisti del Governo italiano (art. 25 Reg. Tasse)
  • Studenti rifugiati politici (art. 26 Reg. Tasse)
  • Studenti in regime di detenzione (art. 27 Reg. Tasse)
  • Studenti ultrasessantenni (art. 28, comma 1, Reg. Tasse)
  • Studenti dipendenti dell’Università degli Studi di Siena in servizio a tempo indeterminato e a tempo determinato da almeno sei mesi alla data d’iscrizione e gli studenti dipendenti dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Senese in servizio a tempo indeterminato (art. 28, comma 2, Reg. Tasse)
  • Per gli studenti capaci e meritevoli che si trovano in condizioni economiche non favorevoli (art. 29 Reg. Tasse) l’Ateneo invece bandisce annualmente assegni per attività di tutorato e compensi per attività di collaborazione part-time.

 

Per l’anno accademico 2020-2021 la fascia di esenzione totale da qualsiasi contributo è stata estesa a tutti gli studenti con ISEE familiare fino a 22mila  euro appartenenti al Gruppo 1  di cui all’art. 6, Tab. A, del Regolamento Tasse. Consistenti sconti sono previsti per tutti gli studenti che hanno ISEE compreso tra 22mila euro e 30mila euro.

 

Il Fondo di solidarietà, che continua ad essere regolato dall’art. 30 del Reg. Tasse a.a. 2019/2020, ha permesso e permette interventi interventi di sostegno a favore di studenti che versano in situazioni di disagio, anche solo temporanee, adeguatamente documentate. Gli interventi di sostegno consistono nell’esonero parziale o totale dai contributi universitari.

Al fondo accedono anche gli studenti residenti in zone colpite da eventi sismici e/o da calamità naturali che possono essere esonerati, totalmente o parzialmente, dal pagamento dei contributi universitari dovuti per l’anno accademico in cui si è verificato l’evento, ovvero in quello immediatamente successivo, purché l’immobile di residenza dello studente sia stato dichiarato inagibile.

Si può presentare domanda per la seconda scadenza del Fondo 2020 fino a lunedì 16 novembre 2020, esclusivamente tramite l’area riservata in Segreteria on-line (https://segreteriaonline.unisi.it– Incentivi premi di studio borse )