Difensore civico degli studenti

  •  Dott.ssa. MARIANGELA RUSSO

Il difensore civico opera come garante dell’imparzialità e della trasparenza delle attività connesse con la didattica, proteggendo i diritti e gli interessi degli studenti. 

Come si chiede l'intervento del Difensore civico

È possibile chiedere l’intervento del Difensore civico presentando domanda scritta attraverso il modulo scaricabile da questa pagina da trasmettere via mail al seguente indirizzo: difensorecivico@unisi.it

All'istanza dovranno essere allegati i documenti necessari a sostegno delle ragioni esposte.

La richiesta di intervento al Difensore civico è gratuita.

Come opera il Difensore civico

Quando uno studente si rivolge al Difensore civico, questi, al fine di garantire l’imparzialità e la trasparenza delle attività dell’Università connesse con la didattica, valuta la richiesta e, se necessario, chiede chiarimenti in merito verbalmente o per iscritto.
Dal momento che la tutela dei diritti e degli interessi degli studenti esercitata dal Difensore civico riguarda essenzialmente la didattica, il responsabile della struttura didattica interessata può essere investito della questione.
Inoltre, qualora il Difensore civico accerti inadempienze disfunzioni, carenza, ritardi dell’azione amministrativa per i quali si rinvengano responsabilità da parte degli organi di Ateneo, investe della questione il Rettore ed il Direttore amministrativo per gli atti di propria competenza.
Entro 60 giorni dalla richiesta dello studente, il Difensore civico informa gli interessati dell’esito del proprio accertamento e degli eventuali provvedimenti assunti dall’Università.
La richiesta di intervento al Difensore civico non interrompe né sospende i termini di impugnazione degli atti, né i termini per sporgere querela.

Ogni anno il Difensore civico invia al Rettore, al Senato Accademico, al Consiglio di Amministrazione ed al Consiglio studentesco una relazione sull’attività svolta nell’anno precedente.

Il Regolamento sulla figura del Difensore civico degli studenti dell'Università degli Studi di Siena è stato emanato con D.R. n. 946/2002-2003 del 15 luglio 2003 pubblicato nel Bollettino Ufficiale n. 46 del 30 Settembre 2003.