5x1000 - Donazioni - Sponsorizzazioni

5x1000 = più ricerca per l'Università di Siena. CF 80002070524
5x1000 = più ricerca per l'Università di Siena

Il 5 per mille dell'imposta sul reddito può essere destinata al finanziamento della ricerca scientifica dell'Università degli Studi di Siena.

La scelta di destinare il 5 per 1000 dell’imposta sul reddito

  • non comporta costi aggiuntivi
  • non è alternativa all’8 per 1000: si possono manifestare entrambe le preferenze.

 

Nel 2017 l’Università di Siena rinnova l'impegno a dedicare risorse aggiuntive alla ricerca scientifica.

 

La cifra derivante dal 5 per mille 2017 sarà quindi destinata ad incrementare il fondo per la ricerca.

 

►IL 5X1000 INCASSATO NELL'ANNO 2016 E DESTINATO ALLA RICERCA SCIENTIFICA AMMONTA A € 65.895,38

 

Per assegnare la quota all'Università degli Studi di Siena, nel compilare la dichiarazione dei redditi

  1. firma alla voce “Finanziamento della ricerca scientifica e dell’università”
  2. inserisci il codice fiscale 80002070524.
Accettazione di donazioni, lasciti, eredità o legati

Regolamento per l'amministrazione la finanza e la contabilità (in vigore dal 2 febbraio 2017) stabilisce:

 

  • Art. 31

Accettazione di donazioni, lasciti, eredità o legati

1. L'accettazione, da parte dell'Università, di donazioni, di lasciti, di eredità o di legati, deve essere sottoposta alla preventiva autorizzazione:

a) per valori fino a € 40.000, del responsabile del procedimento, individuato come tale dagli atti organizzativi dell’amministrazione;

b) per valori fino a € 200.000, del direttore generale, per quelli di competenza del centro autonomo di gestione generale di ateneo, e dall’organo collegiale di riferimento, per ogni altro centro autonomo di gestione, comunque in entrambi casi su proposta del responsabile del procedimento;

c) per valori pari o superiori a € 200.000, dal consiglio di amministrazione, su proposta del responsabile del procedimento.

2. Gli atti di cui al comma 1 sono sottoscritti:

a) per valori fino a € 40.000, dal responsabile del procedimento;

b) per valori pari o superiori a € 40.000, dal direttore generale, per i contratti di competenza dell’amministrazione centrale, e dai direttori dei centri autonomi di gestione, per i contratti di questi ultimi.

Sponsorizzazioni
Circolare "Contratti di sponsorizzazione" stabilisce:
 
Con il contratto di sponsorizzazione l'Università (sponsee) garantisce ad un terzo (sponsor) - ente pubblico o privato, con o senza personalità giuridica - la possibilità di pubblicizzare il nome, il logo, il marchio o i prodotti di quest'ultimo in appositi e predeterminati spazi. A fronte di ciò, lo sponsor si obbliga a fornire all'Università un predeterminato corrispettivo in beni, servizi, denaro o altra utilità. 
Il contratto di sponsorizzazione è, dunque, un contratto a prestazioni corrispettive.