Firme digitali - Marche temporali

Firma digitale e normativa di riferimento

La Firma Digitale è l'equivalente informatico di una tradizionale firma autografa apposta su carta e possiede le seguenti caratteristiche:

  • autenticità: la firma digitale garantisce l’identità del sottoscrittore
  • integrità: la firma digitale assicura che il documento non sia stato modificato dopo la sottoscrizione
  • non ripudio: la firma digitale attribuisce piena validità legale al documento, pertanto il documento non può essere ripudiato dal sottoscrittore

Per generare una firma digitale è necessario utilizzare una coppia di chiavi digitali asimmetriche attribuite in maniera univoca ad un soggetto, detto titolare. La chiave privata è conosciuta solo dal titolare ed è usata per generare la firma digitale da apporre al documento. Viceversa, la chiave da rendere pubblica è usata per verificare l’autenticità della firma. L’impiego della Firma Digitale pertanto, permette di snellire significativamente i rapporti tra Pubbliche Amministrazioni, i cittadini o le imprese, riducendo drasticamente la gestione in forma cartacea dei documenti, proprio come indicato nelle Linee Guida per l’utilizzo della Firma Digitale, emanate da AGID (Agenzia per l'Italia Digitale, ex DigitPA)

Nell'ambito del processo teso alla piena attuazione da parte di questa Amministrazione, del "Codice dell'Amministrazione Digitale" (ai sensi ed effetti del combinato disposto degli artt. 3, comma 4, lett. A e 9, comma 1, del d.p.c.m. 13.11.2014, attuativo del D.Lgs 82/2005), la Divisione Appalti Convenzioni e Patrimonio si occupa della procedura essenziale all'assegnazione della Firma Digitale necessaria per la gestione totalmente dematerializzata dei documenti.

Kit di Firma Digitale

Secondo la metodologia attualmente adottata dall'amministrazione, l'assegnazione della Firma Digitale consiste nella fornitura di una SIM contenente il certificato di firma digitale ed un apposito dispositivo USB evoluto, che permette di avere sempre a portata di mano la propria firma digitale. Non necessita di alcuna istallazione hardware o software.

Di seguito viene elencata la documentazione contenente sia la Guida Rapida che le istruzioni in caso di utilizzo su sistemi operativi differenti da Windows (MAC, LINUX)

Marche Temporali

La Marca Temporale è un servizio che permette di associare data e ora certe e legalmente valide ad un documento informatico, consentendo quindi di associare una validazione temporale opponibile a terzi. (cfr. Art. 20, comma 3 Codice dell’Amministrazione Digitale Dlgs 82/2005).

Il servizio di Marcatura Temporale può essere utilizzato anche su file non firmati digitalmente, garantendone una collocazione temporale certa e legalmente valida.

Per l’utilizzo del servizio di Marcatura Temporale - secondo la metodologia attualmente adottata dall'amministrazione - è necessario disporre di un apposito account, che può essere ottenuto facendone richiesta e-mail a divisione.acp@unisi.it.

Tale account dovrà essere configurato all’interno dell’applicazione di Marcatura Temporale (per Aruba key).

Assistenza - risoluzione problemi - avvertenze

Tramite il portale del gestore dei certificati di firma digitale attualmente forniti in dotazione dall'Ateneo, è possibile reperire i contatti per l'assistenza clienti