Patronage of Arts and Letters 1590-1620: Rome, Siena, Milan, Turin

progetto PRIN 2017
Università di Siena - foto prof. Caruso

 

Coordinatore Scientifico: Carlo Caruso (caruso@unisi.it)

 

Titolo: Patronage of Arts and Letters 1590-1620: Rome, Siena, Milan, Turin

 

Settore ERC: SH - Social Sciences and Humanities

 

Costo totale del progetto: 311.060 euro

 

Contributo MIUR per l’Università di Siena: 148.260 euro

 

Altri Partner del progetto:  Università degli Studi di BERGAMO (Prof. Clizia Carminati, clizia.carminati@unibg.it),

Università Cattolica del Sacro Cuore (Prof. Roberta Ferro, roberta.ferro@unicatt.it)

 

durata: 36 mesi

 

Breve descrizione della proposta:

Testo inglese

This project considers the patronage of arts and letters in the late Italian Renaissance as a characteristically integrated phenomenon. Its objective is a study of literary celebrations of the visual arts and of the ways in which princes, churchmen, the nobility, academies and private citizens operated in conjunction with literati and artists (and their public) producing new and influential forms of patronage and self-promotion.

The project will be primarily concerned with the study of documentary evidence. It will concentrate on four centres – Rome, Siena, Milan and Turin – over a period comprised between the beginning of the pontificate of Clement VIII (1592) and the publication of G.B. Marino’s Galeria (1619-20), the most famous book of poems celebrating the visual arts in European literature. Marino’s work constitutes the ideal meeting point of the project’s main lines of enquiry. The results will include a database registering the extraordinary coeval success of ekphrastic poetry; a monograph on Rome under Clement VIII; the edition of the two main sections of Marino’s Galeria (“Favole” and “Historie”); several articles (2 in top-range journals); an edited volume; and preparatory work for an exhibition – currently planned for 2021-22 – on G.B. Marino and the visual arts.

 

Testo italiano

Il progetto ha per tema il mecenatismo letterario-artistico del tardo Rinascimento italiano nella sua natura di fenomeno omogeneo. Ne è oggetto la letteratura celebrativa delle arti visive e i modi in cui principi, ecclesiastici, nobili, accademie e privati operarono nei rapporti con letterati e artisti secondo nuove forme di patrocinio e di autopromozione e attraverso il formarsi di un nuovo immaginario letterario-artistico.

Il lavoro, impostato su basi concretamente documentarie, prende in esame quattro centri di varia natura e grandezza – Roma, Siena, Milano e Torino – nel periodo compreso tra l’inizio del pontificato di Clemente VIII (1592) e la pubblicazione della Galeria di G. B. Marino (1619-20), il più celebre libro di poesia in lode delle arti della letteratura europea. Legata ai quattro centri indicati (oltre che ad altri), la Galeria è il punto ideale di raccordo delle linee programmatiche del progetto. La disseminazione della ricerca prevede un database sulla poesia ecfrastica, una monografia sulla Roma di Clemente VIII, l’edizione commentata e illustrata delle “Favole” e “Historie” della Galeria, articoli (di cui almeno 2 in fascia A), un volume miscellaneo e la raccolta di materiali per una mostra su G. B. Marino e le arti, attualmente in programma per il 2021-22.