EURAXESS Rights

L’11 marzo 2005 la Commissione Europea ha emanato la Carta Europea dei Ricercatori e il Codice di Condotta per la loro assunzione con l’obiettivo di incentivare e regolare a livello europeo le professioni della ricerca.
La Carta sancisce i diritti e doveri dei ricercatori e quelli delle istituzioni di ricerca e finanziamento.
Finalità del Codice, invece, è garantire un equo trattamento di tutti i ricercatori in Europa e
rendere più trasparenti le modalità di selezione e assunzione.
Sono già numerosi gli istituti di ricerca di punta che hanno sottoscritto la Carta e il Codice:
I Rettori delle Università Italiane hanno adottato a Camerino, il 7 luglio 2005, questi due documenti impegnandosi a recepire e a dare attuazione ai principi contenuti nella raccomandazione della Commissione Europea 2005/251.

Con questi documenti la Commissione Europea mira a contribuire a rendere la ricerca una carriera attraente e a conferire ai ricercatori gli stessi diritti e doveri in tutta l'Unione, a dispetto dell'estrema disparità di trattamenti oggi esistente.

Nel 2006, nell’ambito del convegno “La Carta Europea dei Ricercatori e il Codice di Condotta per la loro assunzione. Prime esperienze di implementazione”, svoltosi a Camerino è stato istituito l’Osservatorio nazionale sulla carta dei ricercatori. L’Osservatorio è un luogo di documentazione, di osservazione, ma soprattutto di promozione di ciò che è la ricerca in Italia.